4 luglio 2013

Come cambiano le lingue (3)

"Per quanto, devo dire, quando vai a vedere a fondo le cose, ci sono Paesi in cui la geriatria è al potere. Ad esempio in Italia e anche in Cina, dove le cose ora pare stiano lentamente cambiando": a scriverlo è una penna illustre, nel post di un blog del Corriere on-line, consacrato (e pour cause) alle "Buone notizie"; ottime (e certo inattese) per la SIGG; solo buone (a quanto pare) per la consorella cinese (se esiste). 
Fuor di celia, è questione di vecchi al potere. Geriatria è allora un lapsus? Apollonio se lo chiede. Di più: se lo augura. Se non è un lapsus, certo, son guai: potrebbe infatti trattarsi addirittura di un 'catarellismo'. Meglio allora pensare sia solo un lapsus ma, come lapsus, gustosissimo. A tenerla in mano, quella penna illustre, è infatti il maggior vecchio del panorama letterario italiano. Non sarà un pediatra a raccomandargli di fumar meno. Quando scrive di "geriatria... al potere", di conseguenza, egli (o il suo inconscio) sa ciò che dice. Voglia il Cielo lo sappia anche chi, quanto all'uso futuro di geriatria, potrebbe mettersi sulla scia di tanta senile autorevolezza.

Solo qualche ora dopo. Ancora una conferma, per Apollonio, del suo istintivo ma irragionevole, perché infondato, ottimismo. Nel passo sopra menzionato, si registra e si codifica un uso a quanto pare già esistente, se non largo, caduto solo oggi sotto il suo occhio pigro. Insuperabili, invece, le senili orecchie hanno evidentemente già intercettato l'andazzo e la penna illustre l'ha fatto proprio.
"Geriatria al potere", nel Web, circola infatti allegramente, senza riferimento alla specialità medica. Geriatria ha insomma intrapreso la strada che potrebbe portarla a valere, un dì, come indicazione della classe anagrafica dei vecchi. Appunto: così cambiano le lingue, quanto al valore delle parole. Che gli etimologi lo sappiano. E tremino. Gli altri trattengano, educatamente, il sorriso.

2 commenti:

Pasquale D'Ascola ha detto...

Superbo

Sesto sereno ha detto...

Accontentiamoci e tratteniamolo questo sorriso...almeno fino a quando - diventati geriatri - sarà sempre più complicato riuscire a trattenere.
D'altra parte, nonostante le leggi sulla parità uomo-donna, non abbiamo ancora la buona sorte di vivere in una società ginecologica.
Blak