23 aprile 2016

Parabole (6): "Poi tutto trovò pace in un mucchietto di polvere livida", di nuovo








Poi tutto trovò pace in un cartello di un'azienda turistica.



[Nella menzione del titolo dell'opera, gattopardo è sciattamente minuscolo. La sciatteria è tuttavia coerente con il discorso intellettuale italiano (qui esemplificato in proposito e commentato) e con il modo che Leonardo Sciascia non depose fino ai suoi anni estremi. Secondo Sciascia, infatti, "Giuseppe Tomasi [...] scrisse Il gattopardo" (Fatti diversi di storia letteraria e civile, Sellerio, Palermo 1989, p. 102).]

2 commenti:

Vito Lucio Maria ha detto...

Trovar pace il Gattopardo e pacificare? Mutuando una manciata di idee dagli studi al riguardo del Suo Alter Ego, Apollonio, mi ritrovo molto dubbioso, quasi da Lei dissenziente, come molto di rado e sempre timorosamente m'accade.

Apollonio Discolo ha detto...

Bentornato, generoso Lettore. Un'ironia che domanda d'essere spiegata ė un'ironia fallita. Apollonio Le chiede di scusarlo. Invecchia e fatica ad argomentare. Pensa basti la deissi e forse non è vero.