9 dicembre 2017

A frusto a frusto (116)





Del proprio tempo ci si lagna, quando ci si scopre inadatti a viverlo e, conseguentemente, chiamati a lasciarlo.

2 commenti:

Pasquale D'Ascola ha detto...

Considerazione attuale. D'Ascola

Apollonio Discolo ha detto...

Ma, sospetta Apollonio, attuale perché mai inattuale, gentile Collega e fedele Lettore. Grazie.