6 maggio 2014

Zurigo, il mare, la decadenza


Incapace, ritiene, di produrla al momento da sé, Zurigo importa un po' di ruggine dalla Germania, l'Orientale. Da Napoli, sarebbe stato solo ribadire un luogo comune; così è sottile ironia. 
Pone il teatrale oggetto, privato del suo scopo, in un contesto verisimile, per dare enfasi allo straniamento del salmastro e dell'ossidazione. 
Gioca ad avere ciò che è indispensabile, come valore di vita, e che ritiene le manchi: il mare, la decadenza.
Si diverte a scherzare col fuoco, perché (e lo sa) può rassegnarsi solo quanto al primo.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

In fondo, anche senza mare, mufloni e conchiglie hanno sempre avuto cose da dirsi e da ascoltare.
Fa tuttavia specie che, tra tanti saldi e saldature, proprio l'occasione sarda sia sfuggita alla vedetta degli impavidi sdoganatori, che nulla hanno da invidiare ai dogi, foss'anche solo lo scivolamento di una ere -- quella mancante, appunto, di (buz)zurigo.

Apollonio Discolo ha detto...

Ci capisse qualcosa, Apollonio oracoleggerebbe volentieri anche lui. Più di quanto di solito non faccia, inespugnabile Lettore (o Lettrice). Si astiene così dal farLe compagnia. Lo perdoni.

Anonimo ha detto...

Perdoni Lei me, sempre gentilissimo Ospite, se ho dato per scontati così tanti sottintesi dal finire col risultare sibillina. In particolare, l'occasione sarda menzionata nel precedente commento si riferiva alla proposta scherzosa (ma forse poi neanche tanto) avanzata nei confronti della confederazione elvetica da un utente di face-book qualche settimana fa, proposta con cui il buontempone e nostro scontento connazionale chiedeva alla Svizzera di annettere la Sardegna per potersi finalmente concedere uno sbocco sul mare. Ma evidentemente gli attuali Suoi vicini di casa hanno declinato l'invito con una declinazione dell'arte moderna che ha per il declino rugginoso una predilezione spiccata quanto nobilmente disinteressata. Anche Putin sembrerebbe volerne seguire l'esempio, adesso, in Ucraina orientale, a differenza che in Crimea. Speriamo che non si tratti solo di una mia fuggevole impressione; certe gru sono estremamente restie a migrare, si sa.
Con sempre rinnovata gratitudine, Sua Licia.