20 maggio 2013

Linguistica candida (2): Sistema, ordine e variazione

Sistematico suona per qualcuno come 'ordinato'. A fare un sistema generatore di note di armonia, com'è quello della lingua, l'ordine serve a poco però senza la variazione. 
Nella lingua, non c'è variazione che non sia in funzione di un ordine. Non c'è ordine che non sia in funzione di una variazione. Dove manca la sua relazione con l'ordine, la variazione è il nulla della non-nascita. Dove manca la sua relazione con la variazione, l'ordine è il nulla della morte.
Metafore, certo. Ma chi non amerebbe dire che è così anche della vita, la morale e la materiale?

2 commenti:

Vito Lucio Maria ha detto...

Non sempre le metafore sono velenose, di certo non è loro 'destino' esserlo, capita che si rivelino insostituibili scintille di verità.

Apollonio Discolo ha detto...

La metafora, simpatico Lettore, è forse la più seducente delle figure. Perciò bisogna porre ogni cura a non lasciarsene portar via, provando a tenerla con sé per goderne come di un'amante indomita ma domestica.