2 ottobre 2015

A frusto a frusto (98)





Prova di virtù eroica (forse la sola): resistere alla tentazione di proclamare che il mondo non va nel verso giusto solo perché non va in un verso che piace.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Beyond a wholesome discipline,
be gentle with yourself.
You are a child of the universe,
no less than the trees and the stars;
you have a right to be here.
And whether or not it is clear to you,
no doubt the universe is unfolding as it should.

Max Ehrmann

Apollonio Discolo ha detto...

Grazie, Lettore o Lettrice senza nome. Avere, condividendola con Ehrmann, una simile speranza consola: non nutrire dubbi in proposito (come egli suggerisce) pare tuttavia ad Apollonio rinunciare a una prerogativa umana, il dubbio appunto, troppo importante. E, pur consolandosi con la speranza, ne dubita, perché preferisce stare sulla scia di Wilhelm von Humboldt, le cui parole (lo perdoni) trova qui in traduzione italiana: "I dubbi sono tormentosi solo per colui che crede, mai per colui che si limita a rimanere fedele alla propria indagine".